Il grande fotografo Sebastião Salgado è il soggetto dell’ultimo documentario di Wim Wenders, firmato insieme al figlio del fotografo, Juliano, Il sale della terra (uscirà in Italia il 28 agosto), presentato nella sezione «Un certain regard». La voce del fotografo, che spesso riempie lo schermo con il suo volto segnato dalla vita, accompagna e spiega il suo percorso umano e professionale: la giovinezza in Brasile, la famiglia, la decisione di documentare la fatica dell’uomo e poi i grandi reportage sui dannati della terra, fino a quelli in Etiopia, nell’ex Jugoslavia e in Ruanda, la cui violenza gli ha fatto depositare la macchina fotografica. Fino al ritrovato entusiasmo per la Natura e la sua capacità di «sopravvivere» all’uomo, con cui si chiude un film appassionante e di lancinante bellezza.

(Un articolo di Paolo Mereghetti da Il corriere della sera)

 

salgado