A rischio d’estinzione per malattie e perdita della terra, nelle regioni più remote della foresta pluviale amazzonica brasiliana vivono tribù che non hanno alcun contatto con il mondo esterno.

Allevatori di bestiame e tagliatori illegali di legna stanno invadendo la loro terra portando con sé malattie letali: se tutto questo non avrà fine, non sopravviveranno.

Nell’Amazzonia brasiliana abitano più tribù incontattate che in qualunque altra regione del mondo. Stando alle stime del dipartimento governativo agli affari indigeni, il FUNAI, i gruppi isolati sarebbero almeno 77.

La loro decisione di non stabilire contatti con le altre tribù e gli esterni è quasi certamente il risultato dei disastrosi rapporti precedenti e del reiterarsi delle invasioni e della distruzione della loro foresta.

Per esempio, i gruppi incontattati che vivono nello stato di Acre sono probabilmente i sopravvissuti all’epoca del boom del caucciù, durante la quale molti Indiani furono ridotti in schiavitù.

Continua qui a leggere l’articolo di Survival

 

incontattati