C’era anche una delegazione di Modena Terzo Mondo all’incontro che si è tenuto a Roma in occasione del primo viaggio all’estero di Lula, l’ex presidente brasiliano uscito dal carcere lo scorso 8 Novembre dopo 580 giorni di prigionia a Curitiba. Per Lula il mondo si deve ispirare a Papa Francesco. In un’ora di colloquio lui e il Pontefice hanno parlato di un mondo più giusto e fraterno.

Dopo aver incontrato il Papa, Lula si è spostato nella sede della CGIL, dove c’erano ad accoglierlo il segretario generale Maurizio Landini, e i segretari CISL e UIL, Anna Maria Furlan e Carmelo Barbagallo. All’incontro, blindatissimo, hanno partecipato circa 230 persone, tra amici, volontari, politici e membri del comitato italiano “Lula Livre”.