Progetti in Piauì

 

Cisterne e agricoltura familiare

Progetto svolto grazie alla partecipazione di Regione Emilia Romagna, Comune di Nembro (BG), A.S.A. (Articulaçao do Semi-arido brasileiro).

Contesto

Lo Stato del Piauì coprendo il 3% del territorio nazionale è il 10 stato maggiormente esteso del Brasile. Geograficamente è una zona di transizione che presenta aspetti tipici del semi-arido nordestino e della pre-Amazzonia. L’unico fiume perenne è il San Francisco con circa 1800 Km di estensione all’ interno di questo stato ma così come anche i laghi della regione, questo fiume è fortemente minacciato dal clima torrido e dalle scarse precipitazioni dovute principalmente al processo di disboscamento accentuato che sta avvenendo nello Stato.

Il terzo settore copre circa il 70% del PIL interno allo stato del Piauì essendo il commercio inter-regionale una delle maggiori risorse per il Piauì; a causa però di diversi meccanismi di natura principalmente tributaria la ricchezza generata finisce per essere trasferita agli Stati più sviluppati. L’agricoltura è nata quasi esclusivamente come una attività di sussistenza e successivamente ha cominciato ad assumere il carattere di attività commerciale senza mai però riuscire a soddisfare il mercato interno dello Stato.

Le principali colture sono il mais, i fagioli, il riso, la manioca, la canna da zucchero la soia e il cotone. Le pessime condizioni di vita hanno portato alcune città del Piauì come Acaua e Guaribas ad aver il triste primato di città con la minor aspettativa di vita dell’ intero Brasile: 58 anni contro una media nazionale di ben 10 anni superiore.

Obiettivi generali e specifici:

  • appoggiare il programma nelle attività di sostegno alle famiglie (agricoltura famigliare, formazione agricola) rendendo disponibili i mezzi (cisterne, allevamenti) affinché queste famiglie possano realmente raggiungere l’obiettivo ultimo che è quello di potere usufruire di tre pasti al giorno gettando le basi per una vita dignitosa.
  • Rendere possibile e gratuito l’accesso all’acqua per migliaia di famiglie rendendo così maggiormente indipendenti tutti quei cittadini che a tutt’oggi devono contare sui rifornimenti privati di acqua.
  • Garantire l’accesso all’acqua a 250 famiglie tramite la costruzione di altrettante cisterne per la captazione dell’ acqua piovana;
  • Favorire lo sviluppo di agricolture familiari e la nascita di cooperative tra singoli produttori locali attraverso la costruzione di 230 pollai e 230 allevamenti di caprini;
  • Costruire una scuola di Agricoltura Familiare al fine di fornire alla popolazione locale le conoscenze indispensabili per gestire autonomamente i nuovi allevamenti e le terre rese coltivabili grazie all’installazione di cisterne.

Scuola Tapera e Orto comunitario

Sostegno all’agricoltura famigliare e alla scuola con formazione agricola della comunità di Tapera e realizzazione dell’orto comunitario

Tipo di intervento

sviluppo agricolo e rurale ed in particolare i programmi imperniati sull’autosufficienza e la sicurezza alimentare, la tutela e la valorizzazione delle risorse umane, tenendo specialmente conto del ruolo delle donne e dell’infanzia

Obiettivo generale

La formazione dei ragazzi/e all’agricoltura familiare, biologica e la convenienza con la regione del semi-arido e l’ampliamento della scuola di Tapera per dare loro la possibilità di avere un luogo dignitoso dove riceverla.

Obiettivi specifici:

  • che i ragazzi/e della regione abbiano un luogo dignitoso e idoneo dove fare formazione, che siano promossi i diritti dei piccoli contadini in una realtà dove il grande latifondo tenta di assorbire tutte le piccole realtà, che difendono la storia e la cultura di un intero popolo.
  • che i ragazzi/e possano accedere ad una formazione di qualità affermando il diritto che una scuola di qualità è un diritto di tutti e non solo di chi ha mezzi economici per potere accedere ad una scuola privata.
  • arrestare l’esodo delle nuove generazioni verso le grandi città
  • affermare la parità
  • creazione di una attività che possa dare auto sostentamento ALIMENTARE alla scuola per quanto riguarda la verdura e la frutta.
  • insegnare ai ragazzi/e la convivenza con il semi – arido-diffondere e fare crescere nella comunità la cittadinanza attiva.

Il risultato principale è la formazione dei ragazzi/e con il conseguente miglioramento di tutta la realtà locale che avrà nuove generazione formate alla convivenza nella regione del semi-arido e formati dignitosamente alla agricoltura famigliare. Una formazione migliore è un beneficio importane per l’intera collettività. Il miglioramento del rapporto tra uomo e donna, in ambito formativo e non solo. I ragazzi /e che si formano alla scuola avranno sicuramente molte più possibilità di riuscita nell’ambito della economia agricola della zona, inserendosi nella attività delle famiglie a cui appartengono o in quelle di altre aziende locali di agricoltura famigliare.

Breve sintesi

Realizzazione dell’orto comunitario, degli allevamenti di capre e il rafforzamento della struttura nella parte tecnica, e risoluzione del problema del trasporto dei bimbi per arrivare a scuola.

Nella regione del comune di Pedro Segundo si stanno insediando centinaia di famiglie che hanno ricevuto al terra dal governo federale. Da qui la necessità del programma fame Zero di sostenere la formazione dei figli dei nuovi piccoli contadini oltre a quelli già esistenti. E’ fondamentale perché i ragazzi e le ragazze continuino a restare nel loro ambiente avere una scuola dignitosa che formi nel modo migliore possibile a convivere con l’area del semi-arido brasiliano , dove si trova il comune di pedro segundo. Da qui la scelta della comunità locale di migliorare la scuola con la creazione di un orto comunitario, cisterne per l’acqua piovana, allevamenti di capre, pollai, ecc..

La comunità ha un fortissimo interesse nella formazione dei loro figli, in questo modo non sono solo i ragazzi/e a beneficiarne ma l’intera regione. La scuola poi è un mezzo fondamentale per rafforzare la parità tra uomini e donne, non facendo distinzione tra gli iscritti. Per i ragazzi/e è una opportunità meravigliosa per restare vicino alle loro famiglie e non tentare la fortuna nelle periferie delle grandi città con tutto quello che ne segue.

L’intervento consiste nella realizzazione dell’orto comunitario, di una cisterna per l’acqua piovana. Per la comunità il progetto è di importanza vitale per dare la possibilità a circa 150 ragazzi e ragazze di avere una formazione molto più adeguata alle necessità della agricoltura famigliare della zona del semi-arido di Tapera. Sviluppando, tenendo conto del territorio, l’agricoltura biologica.

Convivere con il territorio e l’ambiente è importantissimo e i giovani hanno un bisogno estremo di formazione. Le famiglie dei piccoli contadini ne beneficerebbero in modo incredibile, avendo le nuove generazioni attrezzate in modo migliore per continuare nel lavoro del campo.

Apprendere a convivere con questa situazione di semi-arido è fondamentale, in questo modo molti ragazzi non deciderebbero come molti loro coetanei di abbandonare la regione andando in cerca di fortuna nelle grandi città, incontrando spesso però solo miseria di altro genere.La scuola poi è uno degli strumenti fondamentali per insegnare la parità tra uomini e donne. Nelle nuove generazioni la parità deve essere la normalità e non una rarità.

Tutti abbiamo il diritto di accedere alla stessa istruzione e la scuola famiglia agricola insegna la cittadinanza.

Progetto Centro di Formazione Mandacarù

Il CFM è un’ entità filantropica, con una Direzione e diversi settori che operano nell’area dell’educazione e della produzione, in base al contesto in cui attua. Le azioni sviluppate agiscono al lato delle famiglie del semi-arido in modo da migliorarne effettivamente la qualità di vita considerando i seguenti fattori:

  • Le famiglie hanno bisogno di terra e di appropiarsi delle tecniche adeguate alla coltivazione e all’allevamento di piccoli animali;
  • Le famiglie hanno bisogno di acqua e di attuenuare le conseguenze della sua mencanza negli 8 mesi di siccità;
  • Le famiglie hanno bisogno di formazione, per poter essere responsabili del loro destino e coscienti di ciò che accade;
  • Le famiglie hanno bisogno di organizzarsi per avere accesso a politiche pubbliche che garantiscano un miglioramento delle loro vite.

Inizio del programma: 30 Novembre 1991

Obiettivo:

Promuovere una cittadinanza effettiva nel semi-arido nei campi sociale, culturale, economico e religioso, sia nella zone rurale che urbana, collaborando per migliorare l’educazione e creare opportunità di formazione per chi non ne avrebbe altrimenti accesso.

Destinatari:

Famiglie delle comunità residenti nella zona semi-arida che quasi non hanno entrate, lavoro, progetti, o qualsiasi mezzo che gli permetta di migliorare la loro qualità di vita

Area di attuazione:

15 municipi

Direzione esecutiva

Presidente: Maria Cândida de Jesus
Vice-presidente: Valdiná Soares Barros
Segretario: Vicente Vieira Paulino
Tesoriera: Lidúina Perahat

Coordinatori

Coordinatrice Generale: Adeodata maria dos anjos
Coordinatrice Amministrativa: Francineth Pereira dos Santos
Coordinatrice Educazionale: Maria Anna Platen

Intercambi:

Integrazione nel Forum delle Entità del Piauí: incontri bimestrali; Partecipazione all’Aiuto Volontario del Nordest: 2 incontri annuali; Partecipazione al Consiglio Statale dell’Ambiente; Partecipazione al Consiglio Municipale dell’Assistenza Sociale, Consiglio Municipale dei Diritti del Bambino, dell’adolescente e Alimentazione Scolare; Partecipazione di entità locali a eventi come la “settimana dell’ acqua” e la “settimana dell’ambiente”; Incontri con entità governamentali e non governamentali della micro-regione Pedro II; CEBI regionale e nazionale

Collaborazioni:

Governo Federale; FEBRABAN; MDS; Crédito Fundiário; Governo dello Stato di Piauí – Segreteria Statate dell’Educazione, Programma di Convivenza con il semi-arido; Segreteria Statate dell’Ambiente; Ministero della Cultura; CONAB; Segreteria Municipale dell’Educazione; Gruppo Claudino; Prefettura Municipale di Pedro II; Cassa Comunitaria nella Diosesi di Parnaíba; Missionshilfe Pedro II- Germania; Päpstliches Missionswerk der Kinder, Germania; Gruppi e persone fisiche tedesche; Fondazione Ein Körnchen Reis – Germania; Campo Limpo- Germania ; Pirapora – Germania; Associazione di solidarietà internazionale Moderna Terzo Mondo Onlus- Itália; CEBI Nacional; ASA (Articolazione della Semi-Arido Brasiliano).

L’entità è strutturata in diversi settori:

  1. Scuola di educazione infantile Ala-Bianca
    Inizio del programma: 1992

    Obiettivo:

    Seguire bambini in età prescolare sviluppando le loro potenzialità psico-fisiche, sociali, culturali e religiose e integrandole al contesto famigliare e sociale attraverso un’educazione di qualità.

    Destinatari:

    Bambini dai 4 ai 6 anni, principalmente di comunità dove non c’è servizio pubblico nell’area dell’educazione infantile.

    Numero di beneficiari:

    85 bambini di 77 famiglie

  2. Scuole bibliche
    Inizio del programma: 1991

    Obiettivo:

    Promuovere l’organizzazione della comunità attraverso lo studio biblico arricchito di significato politico e sociale, stimolando e appoggiando i membri alla ricerca di una migliore qualità di vita.

    Destinatari:

    Comunità rurali.

    Numero di beneficiari:

    240 persone che parteciapano alle 16 Scuole Bibliche.

  3. Eco-scuola Thomas A Kempis
    Inizio del programma: 2001

    Obiettivo:

    Promuovere Educazione adeguata al contesto che possa quindi favorire il processo di adattamento al semi-arido.

    Destinatari:

    Figli e figlie di agricoltori.

    Numero dei beneficiari

    In media, 110 alunni delle scuole elementari e medie e 55 alunni delle scuole superiori.

Attività

  1. Attività educative in orario integrale: gli alunni rimangono a scuola dalle 7:15 alle 17:00, seguendo attività pedagogiche e legate all’ agricoltura e all’allevamento di bestiame.
  2. Progetti interdisciplinari precedentemente in atto o svilppati con gli alunni:
    • Progetto “Xô spazzatura” (Xô? lixo): prevede dicussioni, ricerche e attività relazionate all’impatto provocato dalla produzione e dallo smaltimento inadeguato dei rifiuti.
    • Progetto “Francobollo Pulito” (Selo?? Limpo): prevede visite, workshop, distribuzione di informazioni e attività di orientamento in scuole e alcuni quartieri della città riguardo lo smaltimento dei rifiuti prodotti quotidianamente dalle famiglie.
    • Progetto “Chicco della Terra” Grão de terra?: affronta tematiche legate al pianeta, centralizzandosi su due, Riforma Agraria e Ambiente, partendo dalla quali altre attività e discussioni saranno stimolate.
    • Progetto Punto di Cultura, Ecocultura, Cittadinanza e Arte: ha come obiettivo quello di incentivare i giovani che vivono nella zona Semi-arida a sviluppare le loro potenzialità culturali, creando opportunità di impiego e rendita nella comunità. Più di 200 giovani hanno partecipato nei 22 incontri realizzati.
  3. Pratiche di agricoltura e allevamento sostenibili
    • Orticoltura: studio sulle piante, specificamente delle proprietà nutritive, tecniche di piantagione, preparazione e coltivazione di aiuole, preparazione di composti organici e valutazione della produzione.
    • Caprinocoltura: gestione del gregge, fino a 82 capi, produzione di alimentazione e controllo sanitario.
    • Apicoltura: gestione dell’alveare, cattura dello sciame, raccolta del miele e studio delle piante melifere.
    • Avicoltura: produzione di alimenti, controllo epidemico, controllo della produzione di uova, gestione di 145 galline.
    • Campo organico: accompagnamento a 5 campi organici in comunità rurali e in una area sperimentale nella stessa scuola.
  4. Laboratorio d’arte: teatro, danza, reciclaggio di carta, confezione di bigliettini, lavori manuali, medicina alternativa e comunicazione.
  5. Progetto Senso della Lettura: sviluppo con gli alunni del quinto ciclo avendo come obiettivo quello di stimolarli alla lettura e alla produzione testuale, tenendo in considerazione le carenze individuate all’inizio di ogni sezione.
  6. Attività culturali e sportive, fiere, esposizioni letterarie e storiche, escursioni, ricerche sull’ambiente, tornei, seminari, esposizioni video, presentazioni di programmi radiofonici.

ESTENSIONE DEL PROGRAMMA ALLA COMUNITÀ

Inizio del programma: 1993

Obiettivo:

Organizzare e appoggiare associazioni rurali nello sviluppo di progetti produttivi e nella conquista dei diritti basici.

Destinatari:

Associazioni delle comunità rurali

Numero di beneficiari:

19 associazioni, con appossimatamente 670 soci, dei municipi di Pedro II, Milton Brandão e Lagoa de São Francisco.

Attività:

  • Progetti che riguardano la famiglia: L’ Associazione dei Genitori degli Alunni dell’ Ecoscuola è composta da 150 famiglie. Di queste, 43 già furono incluse nel Progetto de PCPR (Programma per Combattere la Povertà Rurale) stimolando l’ avicoltura, caprinocoltura e apicoltura.
  • Realizzazione di incontri nelle scuole pubbliche e nelle comunità rurali;
  • Realizzazione di una Eco-fiera: dimostrazione di attività pratiche e dei risultati delle ricerche effettuate sull’ambiente e sull’adattamento al semi-arido.
  • Messa a disposizione della scuola per visite di studenti e ricercatori.
  • Realizzazione dell’ Eco-famiglia nel mese di maggio per i genitori degli alunni;
  • Fiera Letteraria concentrata su opere di scrittori Regionali e Nazionali;

Insediamenti:

  • Insediamento Alpargata- 24 famiglie, area di 1.200 ha;
  • Insediamento Frasa- 28 famiglie, area di 1.283 ha;
  • Insediamento Veados dos Matias- 15 famiglie, area di 1.601 ha;
  • Insediamento Nova Terra- 63 famiglie, area di 3.484 ha;
  • Insediamento Pitomba de Leite- 21 famiglie, area de 640 ha.
  • Insediamento Descoberta- 11 famiglie, area di 281 ha.

SETTORE UGM (Unità di Gestione Microregionale)

Programma di Formazione e Mobilizzazione Sociale per l’adattamento al Semi-arido.

Inizio del programma: 2003

Obiettivo:

Implementare, in collaborazione con ASA (Articolazione del Semi-arido Brasiliano) il programma “Un Migliaio di Cisterne”.

Beneficiari:

Famiglie delle comunità con difficile accesso all’acqua potabile.

Numero di beneficiari:

Nel periodo fra luglio 2003 e dicembre 2008 sono state mobilizzate 4.357 famiglie e costruite 4.357 cisterne, in 15 municipi.

COMUNICAZIONE

Inizio del Programma: Anno 2004

Obiettivo:

Promuovere una comunicazione che promuova la vita divulgando informazioni sui movimenti sociali organizzati

Destinatari:

Popolazione della zona rurale o urbana dove il Centro di Formazione Mandacaru opera.

Beneficiari fino al 2008:

Visto l’utilizzo di mezzi come radio, internet, giornali e folder, si stima che più di 70 mila persone sono state informate sull’attività di Mandacaru.

COMUNITÀ TAPERA

La religiosità della comunità Tapera è molto forte. La maggioranza delle famiglie sono cattoliche e durante i fine settimana si riuniscono per celebrare la messa e leggere la Bibbia. In alcuni periodi dell’anno le celebrazioni richiamano un numero molto grande di persone.

Una situazione ricorrente nel Piauí e principalmente nella regione di Pedro II è che chi ha bisogno di andare in città, in media a 40 Km di distanza, viaggia in macchina, senza nessun tipo di sicurezza, al sole e alla polvere.

Con la creazione della scuola polivalente di Tapera con l’appoggio delle istituzioni italiane, i bambini della regione hanno l’opportunità di studiare in una scuola con una migliore struttura, tenendo in considerazione che l’edificio può accogliere fino a 140 alunni. Le famiglie della comunità lavorano da sempre assieme per conquistare migliori condizioni di vita. Un esempio fu la costruzione della scuola dove le famiglie della comunità misero a disposizione per giorni la loro mano d’opera.

Con il materiale di costruzione avanzato dal centro Polivalente per l’infanzia, fu possibile, con l’impegno degli abitanti, restrutturare il club della comunità dove tenere le riunioni e le feste organizzate dalle famiglie della regione Tapera.

Quasi tutte le 80 famiglie che vivono nella regione beve l’acqua dei pozzi come quello di Tapera dos Vitais che fornisce acqua per 25 famiglie e i loro piccoli animali.

Sfide e conquiste: durante tutto questo tempo le grandi sfide sorte sono state affrontate e vinte mettendo assieme le forze di tutte le delle istituzioni coinvolte nel processo. La prima fu generare impiego e creare entrate facendo in modo che le persone non fossero obbligate a lasciare la loro terra natale per cercare lavoro nelle grandi città. Per questo il progetto diede appoggio tecnico per l’ allevamento di piccoli animali. In seguito si rispose all’esigenza di creare un’ educazione per tutti e fu cosrtuita la scuola dotata di aule, banchi, bagni, un refettorio, una cantina e un’area per l’orto. L’ultima conquista, in seguito alla dura lotta di organi e istituzioni, fu la costruzione di un punto di salute, inaugurato il 28 di giugno 2008.

Suolo: il tipo di suolo esistente nella regione non è adeguato alla maggioranza dei prodotti consumati dalle famiglie, come il miglio, la mandioca e il riso. La miglior alternativa per aumentare la rendita delle famiglie è quella di allevare piccoli animali come capre, galline e maiali, o produrre miele d’api. I prodotti ricavati da queste attività possono infatti essere venduti per comprare gli alimenti necessari alla famiglia.

Nel Piauí ci sono differenti climi. Nella regione Semi-arida si nota una grande differenza fra la zona a sud, dove piove molto, e quella a nord, dove le precipitazioni sono molto più scarse. Nella regione di Tapera, all’estremo nord dello stato, si regitrano una media di 400 a 600 millimetri di pioggia durante 3 o 4 mesi l’anno (1 millimetro di pioggia corrisponde a un litro d’acqua in un m²).

Supporto Tecnico: la regione riceve il supporto di un tecnico per orientare le famiglie a una miglior produzione di carne e alimenti.

Panificio: con la costruzione del Panificio nel 2005, le famiglie della regione hanno l’opportunità di consumare deliziosi pani prodotti dai lavoratori della comunità baneficiando più di 80 famiglie.

pane_tapera