Progetti in Fortaleza

 

APROCE – Associazione Prostitute del Ceará

L’ Associazione Prostitute del Ceará nasce come movimento sociale nel 1990. Il suo obiettivo fondamentale è la difesa delle donne prostitute attraverso la lotta contro i preconcetti di una città ancora sessista, patriarcale ed ipocrita. In questo modo reinterpreta il controllo sociale come esigenza di politiche pubbliche, aprendo uno spazio sociale e politico per favorire migliori condizioni di vita e lavoro per le innumerevoli donne per cui la prostituzione è una fonte di reddito, impiego e/o scelta.

Quando fu identificato il primo caso di AIDS fra una lavoratrice del sesso nel Ceará si diede il via a una serie di iniziative preventive all’interno di questo gruppo. Il progetto InterAids mobilizzò per esempio diverse educatrici con l’obiettivo di coscientizzare uomini e donne che avevano a che fare con attività di prostituzione.

Alla necessità di prevenzione si sommò la domanda di migliori condizioni di vita e lavoro delle lavoratrici del sesso. Riunite in assemblea, il 13 novembre 1990, ex-prostitute, prostitute e volontarie formalizzarono il desiderio di organizzare il gruppo attraverso la fondazione dell’ Associazione Prostitute del Ceará. “Per le prostitute era arrivato il momento di smettere di essere marginali o di essere trattate come drogate, e di iniziare ad essere cittadine”, disse l’ex presidente di Aproce, Rosarina Sampaio, riferendosi al momento iniziale dell’organizzazione delle lavoratrici del sesso nel Ceará.

Fondata 18 anni fa Aproce è la prima associazione di prostitute che ha ottenuto la registrazione in Brasile senza usare un nome di fantasia. Le prostitute, in seguito a tanta discriminazione, preconcetti e violenza, decisero di mostrare e provare di essere degne di rispetto. Iniziarono ad agire in modo da non essere più viste come irresponsabili e marginali ma come donne con carattere e forza spesso superiore a quella di molti uomini e donne capaci di fungere da madri e padri nel caso in cui i padri non avessero assunto le loro responsabilità.

Alla metà degli anni ottanta vista la propagazione dell’AIDS, il ministero della salute, grazie al programma di vigilanza (ancora non esisteva la coordinazione del DSTS/HIV/AIDS), rivolse particolare attenzione alle prostitute, che secondo quello che si diceva all’epoca, costituivano un gruppo a rischio. Quindi, in quanto prostitute, ci schierammo nella lotta a questa epidemia fino ad allora sconosciuta. Iniziammo così a distribuire informazioni sul DSTS /HIV/AIDS, materiali per la prevenzione e ad organizzare incontri, indirizzati sia a prostitute che ad altri segmenti della società, cosa che tuttora facciamo.

Queste azioni si sommarono ai lavori già esistenti, come la lotta per la difesa dei diritti umani e tutte le azioni per una vita migliore per le donne prostitute. Oggi Aproce conta quasi 4000 associati e negli anni fu responsabile della fondazione di varie associazioni nel nord, nordest e altre regioni del paese. Aproce collabora con molte imprese e organi governamentali nelle tre istanze. Nel Ceará ha relazioni con tutti gli organi governamentali statali e municipali, soprattutto quelli che si occupano di salute, educazione, cultura e sviluppo sociale.

La grande sfida è mantenere i progetti attivi, visto che spesso, in momenti di transizione politica quando il gestore dei progetti cambia, la loro rinegoziazione non sempre è possibile. Ma i progetti continuano grazie alla forza delle prostitute che lottano perchè le attività non si blocchino. Purtroppo questo non è sufficiente a garantire di per sè il loro buon funzionamento. Uno stipendio sarebbe necessario per mantenerci e mantenere le nostre famiglie. Uno degli obiettivi fondamentali di Aproce è trovare mezzi di sostentamento per poter essere indipendenti, elaborare progetti e svilupparli, dando la possibilità a prostitute adulte che desiderano una nuova fonte di reddito e non vogliono continuare con la loro professione, di trovare un’ occupazione in questi progetti.

Aproce da sempre sviluppa diversi lavori relativi alla prevenzione del DST/HIV/AIDS; accesso degno ai servizi di salute; lotta contro preconcetti e stigma; lotta alla violenza contro prostitute; lotta alle cause principali che inducono molte giovani donne a prostituirsi: una ricerca condotta da Atroce evidenzia condizioni economiche e sociali escludenti come i principali fattori nel 63% dei casi. A Fortaleza prostituzione si confonde con gioventù e molto spesso assume il carattere di sfruttamento sessuale. Punto saliente della attività di Aproce è la lotta contro lo sfruttamento sessuale con fini commerciali dei nostri bambini e giovani, turismo sessuale e tratta di persone, situazioni che vulnerabilizzano ulteriormente l’attività di prostituzione.

Aproce, visto il suo approccio dinamico, è una delle istituzioni responsabili per l’ampliamento della lotta delle lavoratrici del sesso in tutto il nord-est, avendo contribuito ad estendere e creare associazioni e nuclei organizzativi in 7 città del Ceará e in tutti i 9 stati del nordest del Brasile. È una istituzione dalla notorietà nazionale e dal riconoscimento internazionale per le sue attività, sia nel campo dei diritti umani delle lavoratrici del sesso, della lotta contro lo sfruttamento sessuale e del turismo sessuale, sia per quanto riguarda sforzi per migliorare le condizioni di vita delle prostitute, favorendo un più facile accesso ai servizi di salute e attività per prevenire l’ DST/HIV/Aids.

Dalla sua fondazione Aproce pensò ad azioni rivolte al segmento infanto-giovanile, specie riferendosi a problematiche collegate alla prostituzione. Da questo tipo di preoccupazione nascono progetti per la prevenzione come “Flor em Botão”, “Menina Moça” e “Se Liga Galera”, oltre a attuazioni e posizionamenti istituzionali nella lotta allo sfruttamento sessuale e al turismo sessuale infanto-giovanile, così come nella lotta alla tratta di persone. Questo avviene principalmente tramite la realizzazione di campagne o la collaborazione in svariati progetti.

Progetto Bom Jardim Regando Para Viver “Massimo Ronchetti”

Sappiamo tutti che purtroppo Fortaleza è uno dei paradisi del turismo sessuale internazionale, ogni anno migliaia di minorenni vengono sfruttati per un piacere personale, approfittando della loro miseria , da 4 anni come associazione siamo impegnati per denunciare e contrastare questo fenomeno, ed ora vorremmo costruire 2 case di prevenzione allo sfruttamento, con corsi di informatica, alfabetizzazione, sport, teatro, danza, capoeira, musica, un refettorio con cucina, ecc…per dare la possibilità a tanti di avere un futuro migliore, abbiamo bisogno di tutti voi, responsabile è Rosarina Sampaio , facciamo conoscere il volto solidale del nostro paese e non quello degli sfruttatori,parte fondamentale del progetto sono le attività sportive nel quartiere Bom Jardim e Farol non esistono strutture aperte a tutti e le ragazzine e ragazzini ciò che chiedono di più è un luogo dove trovarsi per fare attività di gruppo per non continuare a stare in strada, nella prima parte già realizzata, abbiamo in parte ristrutturato una casa ( come da foto ) e nel salone principale si svolgono corsi di danza, capoeira, musica, ecc.. c’è un piccolo refettorio ( da ampliare), la cucina, i servizi igienici ( da ampliare ) e altre 2 sale, il prossimo passo quello più impegnativo è la costruzione della palestra ( come da progetto allegato), il costo totale della costruzione è di 45.000 euro ciascuna , speriamo di incontrare tanti amici che possano sostenere questo sogno di centinaia di ragazzine/i di Bom Jardim e del Farol, un modo tra i tanti per ricordare un nostro caro amico. grazie per quanto farete.

Federazione Nazionale Prostitute del Brasile

La necessità di creare il FNTS è stata riconosciuta nel 2007, durante l’incontro sui diritti umani organizzato da APROCE al quale fummo invitate noi prostitute di tutto il paese. Questo ci ha fatto sentire per la prima volta effettivamente valorizzate, vista la mancanza di un precedente nostro coinvolgimento in discussioni promosse da, o rivolte a, prostitute. Rosarina Sampaio è stata eletta nostra rappresentante per la sua competenza, carisma e simpatia. Al di là delle necessità di affrontare problematiche di donne prostitute, FNTS e’ stata creata per inserirci ufficialmente nella lotta contro violenza e sfruttamento sessuale di bambini e adolescenti. Questo punto rimane saliente nella nostra missione e obiettivo generale.

Pur avendo da poco tempo personalità giuridica, la FNTS, a un anno dalla sua fondazione, ha già co-partecipato a vari eventi e progetti in collaborazione con la ONG Modena Terzo Mondo e altre istituzioni governamentali. Per il prossimo anno è prevista la creazione di un sito internet come spazio per denunciare qualsiasi forma di violenza contro bambini e adolescenti. Sarà anche data continuità al progetto SEMAS contro la Tratta di Persone. La partecipazione di Rosarina Sampaio, la nostra presidente, e di altre nostre prostitute a seminari e incontri nazionali e internazionali, sarà fondamentale per divulgare informazioni sulle nostre attività e creare collaborazioni.

Tutte abbiamo mobilizzato risorse per il forum sociale mondiale 2009 e siamo ansiose di conoscere i risultati del progetto elaborato per le 5 regioni in collaborazione con il ministero della salute. La nostra lotta per una migliore qualità di vita di noi tutte è stata finalmente riconosciuta.