Al senato brasiliano si apre il procedimento di impeachment nei confronti di Dilma Rousseff. Comincia il processo istituzionale nei confronti della presidente brasiliana accusata di corruzione e attualmente sospesa dalle sue funzioni. La sessione, sotto la guida del presidente della Corte suprema Ricardo Lewandowski, si concluderà con un voto sulla destituzione della presidente di sinistra, accusata di aver commesso irregolarità nella gestione del bilancio statale. Per destituire la presidente, sospesa dalle funzioni lo scorso 12 maggio, sarà necessario il voto di due terzi dei senatori, ovvero 54 su 81. Il calendario prevede l’audizione dei testimoni dell’accusa e della difesa della prima presidente donna del Brasile, rieletta per un secondo mandato di quattro anni nell’ottobre del 2014. Lunedì, alla ripresa dei lavori, Dilma si presenterà di fronte agli 81 componenti del senato per difendersi dalle accuse. Poi cominceranno le operazioni di voto, che dovrebbero concludersi il 30 agosto.

Da reuters